FACEBOOK: “Sorridi… il ministero ti osserva!”

FACEBOOK FACECOPS

Il Ministero Degli Interni Italiano ha ottenuto le chiavi di accesso ai profili degli utenti Facebook, lo scopo dichiarato è quello di combattere reati che vengono spesso interamente o parzialmente commessi in rete, pishing e furti di identità, pedofilia ed altri, con una tale velocità che, sembra da quanto dichiarato, solo un controllo profondo e in tempo reale può contrastare.

Notevoli dubbi tuttavia vengono espressi in giro nella rete, soprattutto in relazione al diritto alla privacy. Gli investigatori della polizia postale potranno infatti entrare in qualsiasi profilo Facebook, spingendosi a risalire anche nelle conversazioni in chat fatte fino a un anno prima. Completamente inutili a tal proposito gli strumenti per la privacy messi a disposizione degli utenti da Facebook.

Stupisce, nel tam-tam in rete, la velocità e il silenzio che ha contraddistinto l’accordo tra funzionari del Ministero degli Interni Italiano e i vertici di Palo-alto, mentre negli USA per un provvedimento analogo deve essere presentata una legge che verrà discussa e approvata in parlamento, ma il cui iter è ancora dubbio e  controverso. Infatti in tantissimi pubblicamente si oppongono ad essa in nome della libertà di espressione e della privacy. È quindi possibile che, analogamente a quanto è già successo per SOPA, negli USA l’iter della legge si possa fermare a causa della pressione dell’opinione pubblica.

Tags: , , , ,

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: