GOOGLE AVVIA LA PUBBLICITÀ BASATA SU CONDIZIONI AMBIENTALI

Advertising based on environmental conditions
Google non si smentisce in fatto di lungimiranza e innovazione, acquisendo il brevetto denominato “Advertising based on environmental conditions”, assegnato a Google lo scorso 20 marzo 2012. Letteralmente si traduce “Pubblicità basata su condizioni ambientali”, la sua applicazione promette di rivoluzionare il meccanismo di Google ADS. Gli inserzionisti potranno infatti basare i propri annunci anche sulle condizioni ambientali in cui si trova il fruitore della ricerca. Il sistema è basato sulla capacità dei dispositivi “client” di raccogliere informazioni ambientali e trasmetterle al server di Google. Una ricerca vocale per esempio trasmette, oltre ai termini di ricerca (parole chiave o Keywords) richiesti dall’utente, anche i rumori di fondo dati dall’ambiente in cui si trova. Google sarà quindi in grado di riconoscere determinate situazioni ambientali e fornire annunci pubblicitari più mirati associandole alle parole chiave della ricerca.

Così se un utente ricerca “abiti” e il rumore di sottofondo suggerisce “pioggia”, il server di Google pubblicherà per esempio annunci pubblicitari di “negozi di impermiabili”. Allo stesso modo se un utente effettua una ricerca da una sala di un concerto di musica classica, o di una discoteca, Google sarà in grado di riconoscere il brano e lo stile musicale di fondo e fornirà annunci di concerti, discoteche, biglietterie, album musicali e tutto ciò che puà essere legato ai gusti musicali del fruitore.

Ma le informazioni che i dispositivi client, quali smartphone o tablet, possono comunicare a Google sono molteplici, e oltre al rumore di sfondo Google potrà conoscere ad esempio la temperatura e il grado di umidità, associandole quando disponibili alle coordinate geografiche e quant’altro. Gli inserzionisti potranno quindi affinare di molto la mira per colpire e centrare il proprio target.

Le applicazioni del brevetto sono molteplici, si può pensare alla implementazione di funzionatà per una quantità di periferiche, quali chioschi informativi, display pubblicitari e molto altro.

Per approfondire:
UNITED STATES PATENT AND TRADEMARK OFFICE
PCWORLD.COM

Tags: , , , , , ,

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: